Messaggio
  • Utilizzo Cookie

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

    Informativa

Mirno – Lulaj : ……. uno di quei match che ti cambiano la carriera …..di Bruno Campiglia

E-mail Stampa PDF

alt

Personale diario di viaggio di un coach


di Bruno Campiglia


Milano ,14 gennaio 2017


Mirno – Lulaj : ……. uno di quei match che ti cambiano la carriera …..


Ci sono quelle volte che devi per forza vincere , come ? non importa ….e altre dove del verdetto non te ne può fregar di meno , perché è il gusto della sfida , quella mission impossible che solo a parlarne con altri ti prendono per matto ! Quella vetta inaccessibile , che è il sale della vita per ogni alpinista , è stata proposta ad Emauele Lulaj , ragazzo ventenne di belle speranze , capace tecnicamente e dalla grandissima forza di volontà ,senza la quale non si può aspirare a nulla. La proposta è quella di fare un match con Angelo Mirno , vera forza della natura ed astro nascente del K1 e della Boxe , già considerato uno dei top nei mediomassimi , con all’attivo già tanti ko e anche lui giovane e forte , ‘mbè : era quella la vetta impossibile da raggiungere !

L’Amico Vergallo , in contatto con Angelo Valente , mi fa la proposta …..

” ci penso su una mezz’oretta , rimugino un po’ , Angelo Mirno lo conosco benino , lo stimo come ragazzo e come atleta , non lo sottovaluto affatto e mi piace come approccia ai match , gran bell’atleta ….. nello stesso tempo il mio conflitto interiore è forte perché assisto e alleno ogni tanto Emanuele , posso dire che gli voglio bene , è un ragazzo d’oro rispettoso e talentuoso …..troppo presto ? si rischia oltre misura ? si può fare ? …….anche solo offrire la chance ad Emanuele è giusto ? ...tanto se glielo proponi lui dice al volo di sì ! “ prendo coraggio …..

Chiamo Andrea Pitzalis , il Maestro di Emanuele , cara persona e tecnico competente , gli dico della cosa e gli esprimo i miei dubbi e le mie certezze …” Andrea pensaci su un po’ e mi richiami “ ….

Altra mezz’ora e Andrea mi richiama : SI ! Si può fare , eppoi , se Emanuele si allontana da queste cose , quando diventerà il campione a cui ambisce ? I tempi sono maturi perché lui faccia il salto di qualità !

Così si accetta la sfida , con tanto entusiasmo ma anche molte remore e raccomandazioni .

Dire che Emanuele si è allenato solo per questo non è giusto , Emanuele si allena sempre tanto , e comunque in quaranta giorni mica si stravolgono le caratteristiche di un atleta ; anche lui ha diversi ko all’attivo , ed anche a lui piace scambiare duro , ma con Mirno no , non ci si deve cadere dentro …..

E così Andrea Pitzalis mette a punto un bel programmino per Emanuele , che gira per tutto il Lazio , fa centinaia di riprese di passate e colpitori con il suo Maestro ; sparring con Armanini e Faraoni , campioni forti e titolati che possono metterlo in difficoltà ,e che sportivamente si mettono a disposizione per aiutarlo ; viene da me e studiamo movimenti , spostamenti e tempi di uscita e rientro ; … insomma , tutto quello che serve per poter affrontare quella montagna insormontabile senza rimproverarsi nulla .

Ci troviamo proiettati come d’incanto dentro Kick and Punch , serata perfettamente organizzata , piena di personaggi famosi nel parterre e grandi atleti in scaletta ( se ne parla abbondantemente a parte in altri articoli …) , ed addirittura il match Mirno- Lulaj è il sottoclou del grande rientro di Fragomeni !

Musica a palla , luci , fumogeni , passerella : tutto lo spettacolo possibile ,….ma poi ,… si entra nel ring , e lì si deve meritare la fama , si deve meritare la stima del pubblico,degli addetti ai lavori , …e dell’avversario ….

Pronti , via ! Mirno parte come da protocollo : una furia ! Tira bordate impressionanti e non arretra mai , Emanuele viene parzialmente colpito un paio di volte , si vede che è un po’ bloccato e teso ..… ” mannaggia Lele , devi girare , spostare , tenere la distanza e poi rientrare improvvisamente …quante volte l’abbiamo detto e provato ??”.... Andrea ed il sottoscritto chiamiamo le stesse cose , insistiamo su quanto deciso e preparato nell’ultimo mese e mezzo ……e Emanuele si sblocca , inizia con schivate millimetriche , colpi in linea e qualche bel rientro , e se è vero che Angelo tiene il centro del ring ed è il padrone del territorio , è vero anche che Emanuele lo innervosisce moltissimo , e di fatto il non dargli il bersaglio , inevitabilmente gli fa perdere misura e colpo d’occhio . Prima ripresa a favore di Mirno , e seconda palesemente a favore di Lulaj ( ….sul mio personalissimo cartellino , come diceva il mitico Rino Tommasi ….) ;

…..”bravo Emanuele , non mollare , non ti fidare mai , non rimanere troppo sullo scambio , se ti prende bene anche una volta sola sono dolori …cos’altro possiamo dirgli all’angolo ??”....

Terza ed ultima ripresa , tre interminabili minuti , per noi fuori le corde una sofferenza assurda , saltiamo come molle ogni volta che Mirno prova l’affondo , Emanuele schiva due ganci di un nulla , se Angelo lo tocca lo distrugge , e sì che nemmeno Emanuele è tenero , normalmente forte e potente davanti ad altri avversari , eppure al cospetto di Mirno la differenza è notevole …..rientra un paio di volte benissimo , adrenalina pura , il pubblico applaude entrambi ed apprezza moltissimo lo spettacolo , sono atleti top …….”( Sì , top , perché anche Emanuele adesso è diventato atleta top , ha cambiato la sua storia !)….. e lo fanno vedere……poco importa , lo dico sinceramente , che a dieci secondi dalla fine del match un circolare destro di Mirno appena colpisce di struscio il sopracciglio sinistro di Emanuele (che alle corde aveva fatto una schivata in guardia troppo bassa) lo apre e crea un taglio di quattro centimetri , perché oramai il match è fatto , e del verdetto poco ci importa davvero , non rischiamo di certo di peggiorare la ferita e fare danni irreparabili , un po’ di sfiga c’è stata ma bisogna valutare e rimanere lucidi , ok , basta così , lo ritiriamo ….. Quello che invece importa ad Emanuele molto di più è stato dimostrare in primis a se stesso il suo valore , misurarsi con il meglio che c’è in circolazione , alzare l’asticella degli obbiettivi e farsi conosce in una vetrina così importante , e questo è avvenuto .

Onore a Mirno , sempre pericoloso e temibile , veramente una forza della natura , il rispetto nei suoi confronti aumenta , perché ha anche reso l’onore delle armi ad Emanuele ed ammesso le grandi difficoltà che ha incontrato nel cercare il bersaglio ,sei veramente sportivo Angelo : Bravo ! così pure come Valente !

Lulaj si rifarà , sono certo che ci sarà una rivincita , ma tempo al tempo , ora è importante per Emanuele credere in se stesso , continuare a lavorare con umiltà ed abnegazione se possibile più di prima , ed avere preso altra fiducia in se stesso e nelle sue possibilità !

Come detto : “Ci sono quelle volte che devi per forza vincere …e altre dove del verdetto non te ne può fregar di meno ….e questa è una di quelle !!! “

Bruno Campiglia

Il 24 gennaio in onda su Italia2, assolutamente da non perdere!




Personale diario di viaggio di un coach .

di Bruno Campiglia

Milano ,14 gennaio 2017

Mirno – Lulaj : ……. uno di quei match che ti cambiano la carriera …..


Ci sono quelle volte che devi per forza vincere , come ? non importa ….e altre dove del verdetto non te ne può fregar di meno , perché è il gusto della sfida , quella mission impossible che solo a parlarne con altri ti prendono per matto ! Quella vetta inaccessibile , che è il sale della vita per ogni alpinista , è stata proposta ad Emauele Lulaj , ragazzo ventenne di belle speranze , capace tecnicamente e dalla grandissima forza di volontà ,senza la quale non si può aspirare a nulla. La proposta è quella di fare un match con Angelo Mirno , vera forza della natura ed astro nascente del K1 e della Boxe , già considerato uno dei top nei mediomassimi , con all’attivo già tanti ko e anche lui giovane e forte , ‘mbè : era quella la vetta impossibile da raggiungere !

L’Amico Vergallo , in contatto con Angelo Valente , mi fa la proposta …..

ci penso su una mezz’oretta , rimugino un po’ , Angelo Mirno lo conosco benino , lo stimo come ragazzo e come atleta , non lo sottovaluto affatto e mi piace come approccia ai match , gran bell’atleta ….. nello stesso tempo il mio conflitto interiore è forte perché assisto e alleno ogni tanto Emanuele , posso dire che gli voglio bene , è un ragazzo d’oro rispettoso e talentuoso …..troppo presto ? si rischia oltre misura ? si può fare ? …….anche solo offrire la chance ad Emanuele è giusto ? ...tanto se glielo proponi lui dice al volo di sì ! “ prendo coraggio …..

Chiamo Andrea Pitzalis , il Maestro di Emanuele , cara persona e tecnico competente , gli dico della cosa e gli esprimo i miei dubbi e le mie certezze …” Andrea pensaci su un po’ e mi richiami “ ….

Altra mezz’ora e Andrea mi richiama : SI ! Si può fare , eppoi , se Emanuele si allontana da queste cose , quando diventerà il campione a cui ambisce ? I tempi sono maturi perché lui faccia il salto di qualità !

Così si accetta la sfida , con tanto entusiasmo ma anche molte remore e raccomandazioni .

Dire che Emanuele si è allenato solo per questo non è giusto , Emanuele si allena sempre tanto , e comunque in quaranta giorni mica si stravolgono le caratteristiche di un atleta ; anche lui ha diversi ko all’attivo , ed anche a lui piace scambiare duro , ma con Mirno no , non ci si deve cadere dentro …..

E così Andrea Pitzalis mette a punto un bel programmino per Emanuele , che gira per tutto il Lazio , fa centinaia di riprese di passate e colpitori con il suo Maestro ; sparring con Armanini e Faraoni , campioni forti e titolati che possono metterlo in difficoltà ,e che sportivamente si mettono a disposizione per aiutarlo ; viene da me e studiamo movimenti , spostamenti e tempi di uscita e rientro ; … insomma , tutto quello che serve per poter affrontare quella montagna insormontabile senza rimproverarsi nulla .

Ci troviamo proiettati come d’incanto dentro Kick and Punch , serata perfettamente organizzata , piena di personaggi famosi nel parterre e grandi atleti in scaletta ( se ne parla abbondantemente a parte in altri articoli …) , ed addirittura il match Mirno- Lulaj è il sottoclou del grande rientro di Fragomeni !


Musica a palla , luci , fumogeni , passerella : tutto lo spettacolo possibile ,….ma poi ,… si entra nel ring , e lì si deve meritare la fama , si deve meritare la stima del pubblico,degli addetti ai lavori , …e dell’avversario ….

Pronti , via ! Mirno parte come da protocollo : una furia ! Tira bordate impressionanti e non arretra mai , Emanuele viene parzialmente colpito un paio di volte , si vede che è un po’ bloccato e teso ..… ” mannaggia Lele , devi girare , spostare , tenere la distanza e poi rientrare improvvisamente …quante volte l’abbiamo detto e provato ??”.... Andrea ed il sottoscritto chiamiamo le stesse cose , insistiamo su quanto deciso e preparato nell’ultimo mese e mezzo ……e Emanuele si sblocca , inizia con schivate millimetriche , colpi in linea e qualche bel rientro , e se è vero che Angelo tiene il centro del ring ed è il padrone del territorio , è vero anche che Emanuele lo innervosisce moltissimo , e di fatto il non dargli il bersaglio , inevitabilmente gli fa perdere misura e colpo d’occhio . Prima ripresa a favore di Mirno , e seconda palesemente a favore di Lulaj ( ….sul mio personalissimo cartellino , come diceva il mitico Rino Tommasi ….) ;

..”bravo Emanuele , non mollare , non ti fidare mai , non rimanere troppo sullo scambio , se ti prende bene anche una volta sola sono dolori …cos’altro possiamo dirgli all’angolo ??”....

Terza ed ultima ripresa , tre interminabili minuti , per noi fuori le corde una sofferenza assurda , saltiamo come molle ogni volta che Mirno prova l’affondo , Emanuele schiva due ganci di un nulla , se Angelo lo tocca lo distrugge , e sì che nemmeno Emanuele è tenero , normalmente forte e potente davanti ad altri avversari , eppure al cospetto di Mirno la differenza è notevole …..rientra un paio di volte benissimo , adrenalina pura , il pubblico applaude entrambi ed apprezza moltissimo lo spettacolo , sono atleti top …….”( Sì , top , perché anche Emanuele adesso è diventato atleta top , ha cambiato la sua storia !)….. e lo fanno vedere……poco importa , lo dico sinceramente , che a dieci secondi dalla fine del match un circolare destro di Mirno appena colpisce di struscio il sopracciglio sinistro di Emanuele (che alle corde aveva fatto una schivata in guardia troppo bassa) lo apre e crea un taglio di quattro centimetri , perché oramai il match è fatto , e del verdetto poco ci importa davvero , non rischiamo di certo di peggiorare la ferita e fare danni irreparabili , un po’ di sfiga c’è stata ma bisogna valutare e rimanere lucidi , ok , basta così , lo ritiriamo ….. Quello che invece importa ad Emanuele molto di più è stato dimostrare in primis a se stesso il suo valore , misurarsi con il meglio che c’è in circolazione , alzare l’asticella degli obbiettivi e farsi conosce in una vetrina così importante , e questo è avvenuto .

Onore a Mirno , sempre pericoloso e temibile , veramente una forza della natura , il rispetto nei suoi confronti aumenta , perché ha anche reso l’onore delle armi ad Emanuele ed ammesso le grandi difficoltà che ha incontrato nel cercare il bersaglio ,sei veramente sportivo Angelo : Bravo ! così pure come Valente !

. Lulaj si rifarà , sono certo che ci sarà una rivincita , ma tempo al tempo , ora è importante per Emanuele credere in se stesso , continuare a lavorare con umiltà ed abnegazione se possibile più di prima , ed avere preso altra fiducia in se stesso e nelle sue possibilità !

Come detto : “Ci sono quelle volte che devi per forza vincere …e altre dove del verdetto non te ne può fregar di meno ….e questa è una di quelle !!! “

Bruno Campiglia


Ultimo aggiornamento Martedì 31 Gennaio 2017 18:24  
Quali di questi attrezzi preferite per l'allenamento ?
 

ELIOS LULAJ vince la medaglia d'oro all'HUNGARIAN WAKO WORLD CUP 2017
Elios Lulaj del Team Pitzalis di Roma alla tenera età di sedici anni vince il torneo
Read More 220 Hits 0 Ratings
UFC 212: Aldo vs. Holloway - 3 giugno 2017 Jeunesse Arena Rio de Janeiro, Brazil
UFC 212: Aldo vs. Holloway - 3 giugno 2017 Jeunesse Arena Rio de Janeiro,
Read More 50 Hits 0 Ratings
Thai Fight Italy - 27 maggio Torino 09 Maggio 2017, 15.50 andrea MUAY THAI
Thai Fight Italy - 27 maggio Torino
Thai Fight Italy King of Muay Thai27 maggio 2017PalaRuffini Viale Burdin 10
Read More 147 Hits 0 Ratings
CRISTINA CARUSO SUPERSTAR , Campionessa del Mondo WAKO PRO 68 kg
CRISTINA CARUSO SUPERSTAR , Campionessa del Mondo WAKO PRO 68
Read More 631 Hits 0 Ratings
Riflessioni sulla Kickboxing e dintorni di Lucio Pedana
La prima strategia di combattimento è il disorientamento dell'avversario. Su questo
Read More 332 Hits 0 Ratings
Tot. visite contenuti : 5102752

Condividi le tue foto da Instagram

#sitok1rules

Ultimi Commenti

 49 visitatori online